Beppe Grillo: Comizio in Sicilia per Movimento 5 Stelle

Beppe Grillo: Comizio in Sicilia per Movimento 5 Stelle Discorso

Ecco le tappe del tour di Beppe Grillo in Sicilia 2012:Messina, Lipari, Misterbianco, Acireale, Giardini Naxos, Etna, Paternò, Caltagirone, Vittoria, Ragusa, Modica, Siracusa Noto Augusta Piazza Armerina Mazzarino Mussomeli Agrigento Canicattì Sciacca Mazara del Vallo Marsala Trapani CariniAlcamo Bagheria Termini Imerese Cefalù Enna Niscemi Gela Catania Palermo Caltanissetta

ASSEMBLEA CONTRO INCENERITORE E ALLARGAMENTO E AEROPORTO

Giovedì 18 Ottobre
ore 21.00- presso la sala Nesti, Villa Montalvo a Campi Bisenzio via di Limite 15
Prima assemblea allargata contro la costruzione dell’inceneritore nella piana e contro l’allargamento dell’aeroporto di Peretola.
I gruppi del M5S della Piana saranno presenti in massa a questo appuntamento, valuteremo tutti inseme le azioni future da intraprendere contro i Comuni irresponsabili !

INCENERITORE? NO GRAZIE!

Brescia: l’inceneritore più sicuro d’Europa !?

Per chi crede che l’inceneritore sia una strada percorribile copio e incollo (e intanto informo) dal sito  mentelocaledellapiana

L’8 agosto l’inceneritore di Brescia, gioiellino tanto vantato di tecnologia e presunto fiore all’occhiello di A2A (la multiutility che lo gestisce) ha fatto PUFF!

Che è successo?
A causa di un blackout, i sistemi di rilevazione si sono spenti e l’impiantaccio ha emesso un nuvolone nero.

Sono subito piovute le rassicurazioni delle autorità sull’inesistenza di pericolo per la popolazione; sennonché, il 14 ottobre, ecco l’analisi dell’ARPA Lombardia sull’incidente, nel quale i livelli di emissione di diossine sono schizzati a 400 volte tanto quelli normalmente denunciati dall’impianto. Com’è possibile tutto ciò? In fondo, c’è stato un blackout, mica un incidente all’impianto. La spiegazione l’ha data l’Arpa: i sistemi di sicurezza di  rilevazione per le linee 1 e 3 dell’impiantaccio si sono spenti in automatico e quindi non hanno rilevato l’emissione abnorme, mentre quelli della linea 2 si sono spenti in ritardo, di una frazione di secondo, ma sufficiente a registrare l’aumento mostruoso della diossina.
Che forse tanto mostruoso non è; se infatti i sistemi di rilevazione si spengono in automatico quando c’è un incidente (ed è allora che la diossina  esce alla graaaaaande) per forza poi i livelli di emissione risultano sempre normali.
Quindi il problema non riguarda tanto il monitoraggio degli incidenti, ma quello dell’attività quotidiana la cui normalità forse è artificiale, come ha subito subodorato l’ARPA aprendo una pratica ai danni dell’A2A cui sono state contestate parecchie violazioni delle norme.
Da notare che i sistemi di monitoraggio di Brescia (di cui abbiamo parlato anche noi nel nostro Dossier Inceneritore) sono stati a suo tempo  gabellati come Best Available Technologies, le migliori tecnologie disponibili, e questo dovrebbe rinfrescare la memoria a qualcuno da queste parti…
Forse le tecnologie saranno le migliori, ma amministratori, tecnici e soci privati di certo no…
Candidaaaati a sindaaaaaco… Foooooossi.. Pilloooooozzi… nulla da dire in merito?
O credete davvero di poter garrulamente cianciare di meritocrazia e di Campi Smart (sì, la macchina) senza che nessuno vi ricordi questa faccenda qui?
Ps. Ah, la diossina emessa qualcuno se l’è già respirata e ora, mentre state leggendo, se la mangia. Alla faccia della migliore tecnologia disponibile.

Beh, qualcosa ancora da aggiungere?
Liberi di farlo.